Disabilità e lavoro. Tutto da rifare!

Probabilmente arriveremo a sbarcare su Marte molto prima di aver organizzato il sistema di assunzione dei lavoratori disabili in Italia e (per quello che mi riguarda visto che ci abito) in Veneto. Da tre anni sono iscritto alle liste di collocamento obbligatorio e ad oggi non ho ricevuto ancora nessuna proposta di lavoro. Ho deciso di perseguire questa strada visto che in effetti la mia disabilità è dell’ OTTANTA percento. Soffro di una semiparesi agli arti inferiore e superiore sinistro. Non voglio nemmeno ripercorrere VIRTUALMENTE il calvario BUROCRATICO a cui viene sottoposta una persona con disabilità per iscriversi, espletare tutte le pratiche del caso, le visite, le controvisite, l’iscrizione all’ufficio provinciale, a quello di collocamento del territorio, e poi avanti con altre visite perchè durante la prima visita di accertamento una commissione di rimbambiti (sei persone che ti osservano e devono valutare la tua disabilità) non si sono accorti che zoppicavo e che PROBABILMENTE avevo un problema ANCHE all’arto inferiore.

E allora torna a correre , cosa deve fare  un povero disgraziato deve evadere per essere ammesso in questo olimpo di merda che niente ti regala se non una frustrazione dietro l’altra?. Si vergognino le istituzioni, si vergognino i politici, si vergognino i nostri governanti che prendono pensioni dorate mentre coloro che ne hanno veramente bisogno si trovano ogni giorno a lottare con una realtà che in teoria ti dice:” Sei disabile? Non preoccuparti, hai diritto ad un posto di lavoro, vedrai, ti sarà trovato” Mentre in pratica sei lasciato a te stesso e chi dovrebbe aiutarti si gira dall’altra parte probabilmente pensando :”Che si arrangi, chi se ne frega”

 METTIAMO I DISABILI NEI PUBBLICI UFFICI SENZA CONCORSI

Credo che una delle soluzioni più rapide ed efficaci sia quella di impiegare i disabili di una certa gravità nei pubblici uffici,sai, quegli uffici (senza nominarli) dove la gente non fa una mazza dal mattino alla sera ma viene pagata lo stesso. Devo fare un elenco?  Basta andare in un ufficio provinciale, regionale, statale e ne troverete a dozzine, come i funghi in stagione, sono dozzine di persone in un ufficio che non fanno una minchia, e allora perchè non occupare chi non ha la possibilità di aiutarsi? Partiamo dai disabili che hanno il 100% e scendiamo giù fino a quelli meno gravi, magari ci accorgeremo che potrebbero diventare delle RISORSE e che anche se sembrano incapaci potrebbero dae una mano in uffici dove si sa dal tempo dei dinosauri che non si fa un cazzo.

Ieri mi è stato fatto vedere l’annuncio di una legge che prevede l’impiego delle persone disabili (obbligatorio ) nelle ditte  che hanno da 15 a 35 persone. Sembra che dovranno pagare 135 Euro al giorno se non assumeranno un disabile e non saranno in ottemperanza di questa nuova legge. Credete che funzionerà? io dico di no. Si troveranno modi ed escamotages per aggirare la legge e questo ancora una volta andrà a scapito di coloro che hanno più bisogno di lavorare e magari non possono nemmeno cercarselo un lavoro perché sono bloccati da  una disabilità grave.

 CHI SI PRENDERA L’IMPEGNO ?

Mi sembra che il più disabile di tutti quì sia lo Stato e coloro che sono chiamati ad amministrare la cosa pubblica. Tra qualche giorno andremo a votare. Avete sentito UNO, dico UNO SOLO dei partiti in gioco spendere una sola parola per i DISABILI? Forse me lo sono perso, ma mi sembra che le emergenze siano altre.

Se pensate che il mio sia solo uno sfogo arrabbiato,provate voi, amministratori pubblici e politici in cerca di sedie e poltrone a “VESTIRVI” da disabile in questo “CARNEVALE BUROCRATICO” e ad andare e seguire il CALVARIO per l’iscrizione, la visita, la domanda (magari respinta come è successo a me) di una pensione, poi mi direte cosa ne pensate. NON succederà,lo so. Per voi, che magari avete due o tre lavori diversi e in più ricoprite un ruolo istituzionale queste sono cose che non vi sfiorano nemmeno. Almeno siate coerenti e non fate le foto ipocrite vicino ai portatori di handicap quando ne avete bisogno per attirare voti. Perchè magari i disabili non avranno un lavoro ma la possibilità di scegliervi con il proprio voto quella si.

 NON SIAMO TUTTI ALEX ZANARDI

In un Paese civile queste cose non si dovrebbero ne dire ne scrivere. Chi ha la possibilità di intervenire a modificare leggi che non funzionano dovrebbe farlo o cambiare mestiere.Purtroppo ormai da decenni la politica non si fa più per il bene comune, è solo un’altro modo per arricchirsi e per fare i propri interessi. Aspetterò che l’Uomo sbarchi su MARTE. Forse allora qualcuno si sarà dato da fare per cambiare le cose, almeno per coloro che sono considerati al limite della società, una società che fa di tutto per NON aiutarli

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.