La felicità è dentro di noi, non fuori. Aiutiamo noi stessi, e gli altri,a trovarla.

Veneto in ginocchio? Si ma sapremo recuperare i nostri “colori” e renderlo più bello

Voglio dedicare ai Veneti che hanno subito in questi giorni l’inclemenza di un meteo fuori controllo, che sembra non appartenerci. Un video che invita a non abbattersi, a rialzarsi nei momenti più bui e di prova della vita in generale.

La nostra storia racconta di un Popolo fiero che ha affrontato guerre e calamità, piegandosi a volte, ma che non si è mai spezzato. Le immagini che i media ci rimandano in questi giorni sono desolanti, tristi, ci fanno vedere milioni di alberi abbattuti dalla furia dei venti. (Zaia ha dato una stima oggi di circa centomila ettari di bosco che non esistono più).

Tempo fa ho raccontato la storia di tre alberi, tagliati senza una ragione, solo perché potevano fare ombra. Oggi vedendo un mare di abeti e faggi a terra come degli stuzzicadenti penso alla grande importanza di questi Esseri Viventi, senza i quali la stessa VITA sul nostro pianeta non sarebbe possibile.

Ci vorranno cent’anni per far ripartire quelle foreste e ricreare l’ habitat che un meteo impazzito ha spazzato via in poche ore. Forse sarà l’occasione per ripartire da zero, sensibilizzare tutti sull’importanza di tutelare la montagna che è patrimonio di tutti.

Sarà l’occasione per ricostruire, per fare tutto nuovo e migliorare la viabilità, le comunicazioni, e tutto quello che servirà a rilanciare questi luoghi bellissimi dove ognuno di noi ha dei ricordi.

“Il Veneto è in ginocchio” ho letto in questi giorni. E’ vero, siamo in ginocchio, ma chi è in ginocchio non è finito. Basta mettere una gamba avanti e darsi una spinta, un colpo di reni e saremo di nuovo in piedi, a testa alta, con l’ orgoglio e la  dignità che è sempre stata parte del nostro DNA.

Cento anni fa si concludeva la Grande Guerra. Oggi siamo in Pace grazie all’estremo sacrificio di 650.000 eroi, caduti nel conflitto che ha visto il “nostro” Fiume e il nostro Territorio in prima linea.

Oggi, dopo il disastro idrogeologico siamo pronti a ripartire, a rialzarci, a recuperare quel territorio ricco di peculiarità che ci appartiene da sempre e che amiamo profondamente. Il nostro Orgoglio Veneto riuscirà a sanare anche questa ferita e guarderemo tra cent’anni a questi giorni come i primi giorni di un nuovo “rinascimento”, lo spartiacque di un’epoca. Torneremo a brillare di quei colori di cui questo bellissimo video è pieno.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.