Orsago. Alunno elementari dona cifra per combattere la poverta’

Località: ORSAGO
Parole Chiave: Caritas, Solidarieta’

Pubblicato su GAZZETTINO l’8 febbraio 2021 (riproduzione vietata)

Testo:
ORSAGO “Ho deciso di combattere la povertà. Ecco i soldi che ho raccolto per i poveri. Vorrei darli alla Caritas” Queste le parole con le quali un alunno della scuola primaria di Orsago ha sorpreso le sue insegnanti dopo aver ascoltato con attenzione le lezioni su come poter aiutare il nostro pianeta , il corretto uso delle risorse piu’ importanti come aria e acqua oltre che ad aiutare dove possibile le persone bisognose. Nella mente del giovane alunno e’ scattato un meccanismo di solidarieta’ che il ragazzo ha voluto concretizzare in qualche modo. Arrivato a casa ha preparato un disegno al quale ha affiancato un cartello dove spiegava l’intenzione di aiutare le persone meno fortunate con un gesto concreto, invitando i passanti a lasciare un’offerta per la sua singolare iniziativa all’interno di una cassettina appositamente costruita . Il disegno, il cartello e la cassettina sono stati strategicamente piazzati fuori del cancello della sua abitazione in centro del paese. Dopo qualche giorno ha aperto la cassetta ed e’ stato positivamente sorpreso. la cifra non era sicuramente “astronomica” ma piu’ della quantita’ dei soldi raccolti colpisce la grande generosita’ d’animo del piccolo nel mettere in atto un gesto cosi’ nobile e pieno di significato.”I soldi che ho raccolto vorrei farli avere ai poveri attraverso la Caritas” Sembra aver detto alle maestre l’alunno delle elementari alle maestre che commosse dal gesto hanno pensato di recapitare la busta chiusa alla responsabile locale dell’ente diocesano. Non e’ dato a sapere il contenuto della busta ma poco importa, l’importante e’ il fatto in se e di come unmessaggio di solidarieta’ sia stato recepito e reso concreto dal piccolo cittadino di Orsago, sorprendendo genitori, maestre, il parroco e il sindaco stesso che ha commentato iamo rimasti particolarmente colpiti positivamente dal gesto compiuto da questo ragazzo, soprattutto
[15:00, 5/2/2021] franco minet vice sindaco: E non solo per ii gesto in se, ma perché il gesto è frutto di una elaborazione che egli ha fatto dei messaggi ricevuti dalle insegnanti. Non dobbiamo mai stancarci di lanciare messaggi positivi di qualunque genere essi siano, legati alla solidarietà all’ambiente, alla pace al bene comune in genere. Ed è proprio agli adulti di domani, alle future classi dirigenti che noi dobbiamo continuamente lanciare questi messaggi di speranza, che il futuro dipende da noi, da come sappiamo affrontare, anche con piccoli gesti, la vita quotidiana in un percorso di legalità, solidarietà e di condivisione.(pio dal cin)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.