La Lega in piazza Cima per ribadire il no alla violenza di domenica scorsa.

IL RITROVO DELLA LEGA IN CENTRO A CONEGLIANO

I vertici della Lega trevigiana si sono dati appuntamento questa mattina sotto la scalinata degli Alpini per ribadire con forza il loro “NO” alla violenza gratuita alla quale la citta’ ha dovuto assistere la scorsa settimana in piazza Cima, dove un gruppo di giovani, armati di mazze e bastoni ,si sono scatenati contro tre loro coetanei spedendoli all’ospedale. Gli aggressori, tutti identificati dalle forze dell’ordine, hanno fatto pervenire una lettera di scuse, nella quale chiedono perdono per il male arrecato ai loro connazionali e all’immagine della Citta’ del Cima.

EPISODIO ASSOLUTAMENTE INEDITO E INACCETTABILE

La citta’ che ancora oggi si interroga come abbia potuto verificarsi un episodio cosi’ grave ed efferato inbun luogo dove episodi del genere non si erano mai verificati a memoria d’uomo e che risultano assolutamente inaccettabili per la cittadinanza. I coneglianesi vogliono continuare ad essere liberi di usufruire dei loro spazi , senza doversi preoccupare per l’ incolumita’ messa in discussione dai deprecabili episodi della scorsa settimana. Assieme a Gianangelo Bof, erano presenti l’Onorevole Angela Collmellere , l’on Bepi Paolin,i consiglieri regionali Roberto Bet e Alberto Villanova e numerosi altri rappresentanti della Lega tra i quali il sindaco di Treviso Mario Conte e quello di Tarzo Vincenzo Sacchet. Dalle scalinate il gruppo si e’ spostato poi nel cuore della piazza dove e’ stato raggiunto a mezzogiorno dal patron delle mitiche Pantere dell’Imoco, Piero Garbellotto che ha voluto celebrare la sessantunesima vittoria del suo team, con un brindisi a base di Prosecco D.O.C.G La vittoria delle Pantere a Verona sabato scorso era stata parzialmente oscurata dai fatti di cronaca e dal video diventato in seguito virale, in cui si vedevano i giovani di origini esteuropee picchiare tre dei loro coetanei, seminando paura terrore tra le centinaia di avventori della piazza piu’ bella di Conegliano.

LE REAZIONI DELLE FORZE POLITICHE

Episodio che ha scatenato le reazioni congiunte di tutte le forze politiche che hanno, all’unisono, condannato i fatti in questione e hanno ad alta voce chiesto un duro intervento, per porre ripari ad una situazione di mancata sicurezza che potrebbe sfuggire di mano, se non fermata e arginata per tempo.

LE DICHIARAZIONI

“Certo che cristianamente si puo’ pensare ad un perdono- Ha affermato Gianangelo Bof – Un’altra cosa e’ la responsabilita’ civile alla quale i giovani che hanno violato la legge sono chiamati. Non si puo’ certo cancellare tutto con un colpo di spugna e chi ha messo in atto quegli atti di violenza dovra’ risponderne in sede legale” Gli ha fatto eco il consigliere regionale Roberto Bet che ha dichiarato “il gruppo lega ha sempre posto come priorità la sicurezza e il decoro urbano. Con il cantiere delle idee stiamo elaborando un progetto sicurezza . La Città di Conegliano è sempre stata accogliente nei confronti di tutti ma nei confronti di delinquenti, baby gang criminali e violenti.ci sara’ tolleranza zero. Non lasceremo che la citta’ simbolo e “cancello d’entrata” delle Colline dell’Unesco venga presa in ostaggio dalla criminalita’ piccola o grande che sia”

Lo stesso Piero Garbellotto, qualche giorno fa si era dichiarato indignato e fortemente colpito dal fatto violento andato in onda proprio il giorno dopo che oltre un milione di telespettatori aveva seguito in TV la finale al cardiopalma delle Pantere Imoco. “Un episodio che ha turbato anche le Pantere- Aveva dichiarato Garbellotto- Assolutamente innacettabile nella nostra citta’ da sempre luogo tranquillo e sereno. Vogliamo che ritorni ad esserlo e faremo di tutto perche’ episodi di questo genere non si ripetano mai piu’- Aveva detto il patron della IMOCO auspicando un incontro con le forze dell’ordine e le autorita’. Incontro che si e’ poi tenuto la scorsa settimana. (piodal cin – copyright foto e articolo- riproduzione vietata)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.