Conegliano- Grave incidente a Pare’ – donna incinta travolta da pirata della strada.

Testo e foto copyright pio dal cin

CONEGLIANO- Travolta da un’auto impazzita mentre era seduta tranquillamente ad aspettare l’autobus in via Einaudi a Pare. L’auto piombata su di lei alle 18.30 di giovedi’ era condotta da un quarantenne di origini albanese noto alla giustizia, che dopo essere uscito di strada con la sua Fiat Punto e distrutta la panchina si e’ dileguato in direzione Susegana senza prestare soccorso alla giovane donna incinta di due mesi.

“Quella che per me e Deborah era una grande gioia si e’ trasformata in pochi secondi in un inferno”- A parlare dell’incidente e’ Isaiah Oboh, 31 anni, operaio. Sua moglie e’ stata travolta giovedi’ sera alle 18.30 mentre era seduta in una panchina di via Einaudi a Pare’ ad aspettare l’autobus da un’auto impazzita con a bordo un quarantenne in evidente stato alterato. L’uomo non si era fermato dopo l’impatto e aveva proseguito la sua corsa fino ad essere individuato dalle forze dell’ordine. “Ero in casa con l’altro figlio di due anni, eravamo tranquilli sul divano a giocare quando verso le 18.30 ho sentito un forte colpo provenire dalla strada- Racconta Isaiah – Non ho pensato a Deborah in un primo momento, poi il dubbio. Sapevo che era scesa per prendere l’autobus che la doveva portare all’autoscuola in centro città. Mi sono affacciato dal terrazzino e ho visto il disastro. La panchina distrutta e mia moglie a terra che si lamentava. Ho preso in braccio il bambino e ho fatto i tre piani di corsa. Sono arrivato e l’ho trovata distesa a terra che si lamentava per le numerose fratture riportate oltre che a un forte ematoma sulla fronte. Dopo qualche minuto e’ arrivata l’ambulanza e ha portato Deborah in pronto soccorso” Deborah e’ al secondo mese di gravidanza e le sorti del piccolo feto sono ancora incerte.:”Non sono riuscito a dormire stanotte- Continua Isaiah – Non riesco a non pensare a lei e al nostro bambino, sono disperato, spero che possano farcela entrambi” L’altro figlio di due anni e’ stato portato da amici di famiglia: “Adesso non posso lavorare- Continua Isaiah, devo fare la spola tra casa e lavoro. Sono l’unico a lavorare e adesso come faro?- Eravamo cosi’ felici per la notizia della gravidanza di Deborah e adesso la nostra felicita’ si e’ trasformata in un incubo per causa di un autista senza patente e in uno stato di alterazione totale, cosa devo aggiungere?” Isaiah si affaccia al terrazzino che da in via Einaudi. Da lassu’ si vede benissimo la panchina completamente distrutta dall’impatto dell’auto che giovedi’ sera ha cambiato tutto per la sua famigliola felice. “Era laggiu’ distesa che si lamentava- Ricorda il giovane operaio che lavora in una cantina di Susegana- E’ stato un vero incubo vederla cosi’, pensare a lei che soffriva, al nostro bambino che forse non ce la fara’.” Nel condominio che si trova direttamente dietro la panchina alcune delle inquiline si ritrovano a commentare il fatto: “Ero in casa al terzo piano quando ho sentito un botto.- Racconta una delle due signore- Il tempo di affacciarmi per capire cosa fosse successo poi ho intravisto la signora a terra. So solo che abita nel condominio di fronte, poi e’ arrivato il marito correndo ed era sconvolto. mi spiace molto, spero che se la cavi.” L’alltra signora di mezza eta’ aggiunge: “Anch’io ho sentito un gran rumore e sono uscita. Ho visto il marito della signora che attraversava la strada con un bambino piccolo in braccio. C’era tanta confusione. Volevo chiedergli se voleva che gliolo tenessi in braccio io, ma non sapevo veramente cosa fare, poi e’ arrivata l’ambulanza e ha portato via la donna che si lamentava per il dolore. Sembrava grave. Speriamo che possa guarire” (pio dal cin)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.