Lettera aperta ai ladri del territorio (dopo i furti nelle chiese di Pianzano e Bibano

Spregiatissimi ladri che entrate nelle nostre case,

Sta per iniziare, anzi e’ sicuramente iniziata in anticipo per voi, l’alta stagione. Vi immagino indaffarati a decidere quale sara’ il vostro nuovo bersaglio. Una fatica immensa. sopralluoghi e visite mattutine alle vie e alle strade, cercando di individuare il luogo dove, come gli sciacalli e gli avvoltoi , sfogherete la vostra irruenza seminando disordine e paura.

Immaginavo che anche per voi esistesse un‘ETICA PROFESSIONALE, ma mi ero sbagliato. Si, perche’ la vostra non e’ una professione vera ma una vera e propria violenza perpetrata in luoghi dove la gente fondamentalmente e’ buona. Rubate per vivere e facendolo create scompensi alle persone, sia emotivi che materiali.

Volevo solo avvisarvi che con gli ultimi furti alle chiese di PIANZANO e BIBANO, avete oltrepassato il limite. Come si fa a rubare le offerte fatte con il cuore dai fedeli che si recano in chiesa a santificare una festa non lo capiro’ mai. Capisco che magari siate dei barbari, miscredenti , senza fede e magari anche ATEI. Ci sta tutto. Come fate a guardarvi allo specchio senza vergognarvi per me restera’ sempre un mistero.

Rubando in chiesa non vi siete sicuramente arricchiti, e i duemila euro che avete trafugato ,probabilmente li avrete gia’ spesi in gioco d’azzardo, alcool o droga .

I furti che avete commesso nelle chiese, colpiscono al cuore le molte persone che, con generosita’, hanno donato qualcosa durante la messa

Il vostro gesto colpisce la nostra cultura cristiano- contadina, della quale voi, ignoranti beoni, non avete la minima conoscenza. Avete ferito molte persone con il vostro gesto. Vi voglio dare un consiglio , prima di concludere questa mia lettera aperta: ricordatevi che quando si tira troppo la corda si rischia di spezzarla.

Le leggi italiane purtroppo sembrano essere dalla vostra parte; vi prendono e vi rilasciano con troppa facilita’. Tuttavia, ricordatevi che oltre che ad essere cristiani e contadini, molti dei residenti nel territorio grazie al vostro “lavoro” si sono armati. Molti in Veneto sono i cacciatori che hanno in casa uno o piu’ fucili .

Se capiterete nella casa sbagliata allora non ci saranno leggi compiacenti a scarcerarvi e nessuno a difendervi. Nel migliore dei casi finirete forse in ospedale, nel peggiore salterete anche quello.

Entrando in chiesa e rubando le offerte avete commesso un grave errore .

Con amarezza e come mi rivolgerei a degli avvoltoi o a dei parassiti , esprimo il mio totale disprezzo per la vostra categoria.

Pio Dal Cin

1 Comment

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.