Le ultime notizie su Novak Djokovic- La parola passa al ministro Alex Hawke

Il governo australiano sta esaminando se Novak Djokovic abbia mentito sui suoi moduli di ingresso al confine mentre l’ufficio del ministro dell’Immigrazione Alex Hawke conferma che sta ancora valutando se annullare il visto della star del tennis.

Nella sua dichiarazione di viaggio in Australia, Djokovic ha dichiarato di non aver viaggiato da 14 giorni prima del suo arrivo il 6 gennaio in Australia. Djokovic aveva infatti viaggiato da Belgrado alla Spagna in quel periodo.

Il numero 1 del mondo ha spuntato “No” in risposta alla domanda.

A tutti i viaggiatori che arrivano in Australia viene chiesto se hanno “viaggiato o viaggeranno nei 14 giorni precedenti il ​​volo per l’Australia”. Vengono inoltre avvertiti: “Dare informazioni false o fuorvianti è un reato grave. Si può anche essere passibili di una sanzione civile per aver fornito informazioni false o ingannevoli”, con la pena massima di 12 mesi di reclusione.

Tuttavia, Djokovic ha detto ai funzionari di frontiera che Tennis Australia ha completato la dichiarazione di viaggio australiana per suo conto. Non è chiaro se questo potrebbe salvarlo dal cadere ulteriormente in fallo dei funzionari di frontiera.

Fonti del governo federale hanno confermato che stavano esaminando la discrepanza.

La Corte del circuito federale lunedì ha stabilito che il visto di Djokovic dovrebbe essere ripristinato perché non gli è stata concessa l’equità procedurale dalle forze di frontiera nel concedergli abbastanza tempo per dimostrare di avere un’esenzione valida. Ma il signor Hawke potrebbe usare il suo potere personale ai sensi della legge sulla migrazione per annullare il suo visto per motivi di salute pubblica.

L’ufficio di Hawke martedì pomeriggio ha confermato che il ministro sta ancora valutando se usare il suo potere personale ai sensi della legge sulla migrazione per annullare il visto di Novak Djokovic.

“Come notato ieri al Federal Circuit and Family Court, il ministro Hawke sta valutando se annullare il visto del signor Djokovic ai sensi della sezione 133C (3) della legge sulla migrazione”, ha affermato un portavoce del signor Hawke.

“In linea con il giusto processo, il ministro Hawke esaminerà a fondo la questione.

“Poiché la questione è in corso, per motivi legali non è opportuno commentare ulteriormente”.

Le domande sulle dichiarazioni di viaggio di Djokovic sono emerse lo stesso giorno in cui suo fratello si è rifiutato di rispondere alle domande sulla presenza del giocatore alle funzioni nei giorni dopo che i documenti del tribunale affermavano che era risultato positivo.

I suoi avvocati affermano che ha sostenuto un test PCR alle 13:00 del 16 dicembre e ha ricevuto un risultato positivo verso le 20:00 quella notte.

Il 17 dicembre ha partecipato a una cerimonia di premiazione con i tennisti junior senza maschera, le foto dell’evento mostrano.

Il primo ministro Scott Morrison, dovrà affrontare le critiche in qualunque modo andrà la decisione su Novak Djokovic, al centro. Il ministro dell’Immigrazione Alex Hawke, giusto, farà l’ultima chiamata.

Il quotidiano francese L’Equipe ha riferito che Djokovic era in un servizio fotografico con uno dei loro fotografi il 18 dicembre.

Le normative serbe impongono che una persona debba isolarsi per 14 giorni se viene infettata, il che significa che il suo periodo di quarantena sarebbe terminato il 30 dicembre.

Alla domanda questa mattina in conferenza stampa se Djokovic fosse risultato positivo al test il 16 dicembre, il fratello del giocatore, Djordje, ha dichiarato: “Sì, l’intero processo era pubblico e tutti i documenti pubblici sono legali”.

Quando è stata posta una domanda di follow-up sul motivo per cui Djokovic fosse a un evento pubblico il giorno successivo, il fratello ha detto che la conferenza stampa è stata “aggiornata” e che i membri della famiglia hanno smesso di rispondere alle domande. (pio dal cin)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.