Codogne’: Apre il ponte sul Ghebo.Sabato 12 febbraio alle 12:00

Una giornata da incorniciare quella di domani SABATO 12 FEBBRAIO 2022 . Dopo tre lunghi mesi apre il PONTE SUL GHEBO. Gli abitanti del paese tireranno un sospiro di sollievo e non solo loro. Come in molti altri casi della vita ci si rende conto di qualcosa e della sua importanza quando viene a mancare. Quello che davamo per scontato diventa ESSENZIALE per il quieto vivere. Sui social in questi mesi non sono certo mancate le critiche spietate dei cittadini frustrati dal dover allungare il percorso abituale per recarsi al lavoro, o piu’ semplicemente solo per varcare quel “fiumiciattolo” che si chiama “GHEBO” in localita’ CIMETTA DI CODOGNE’ all’altezza della piccola rotonda del TERMEN. La ristrutturazione del PONTE andava fatta per evitare le esondazioni e gli allagamenti che negli ultimi anni hanno funestato gli abitanti di CIMETTA e di CODOGNE’. Quello che ha scatenato la rabbia dei codognesi nei SOCIAL come FACEBOOK e INSTAGRAM sono stati i tempi considerati lunghissimi per realizzare un manufatto di pochi metri. Prima si pensava che l’apertura fosse fissata per il NATALE (i lavori erano iniziati ad ottobre) poi si parlo’ di gennaio fino ad arrivare a FEBBRAIO. Purtroppo, come accade spesso in certi casi i PROCESSI su FACEBOOK rischiano di essere fatti in fretta e furia senza conoscere i fatti. Si punta il dito nella direzione sbagliata e l’attribuzione delle COLPE viene gestita come un PROCESSO ALLE STREGHE degno del MEDIOEVO

Il nuovo ponte. Aperto da sabato 12 febbraio (foto copyright pio dal cin)

COS’E’ SUCCESSO IN REALTA

All’inizio il CONSORZIO DI BONIFICA PIAVE assieme alla PROVINCIA e la ditta che ha eseguito i lavori, pensavano di poter fare un percorso a senso ALTERNATO sul ponte. I lavori sono iniziati in quest’ottica. Durante i lavori pero’, nella logica della SICUREZZA si e’ capito che non era possibile una simile ipotesi e si sono dovute cambiare le “carte in tavola” rivedendo alcune cose. Senza contare l’enorme lavoro della rimozione e della messa in posa dei SOTTOSERVIZI. Il periodo PANDEMICO non ha aiutato e nemmeno la critica scarsita’ delle MATERIE PRIME come l’ACCIAIO. Al termine dell’operazione PONTE NUOVO, il SOPRALLUOGO dei tecnici della PROVINCIA ha rilevato che l’ingresso e l’uscita dal PONTE dovevano essere modificati in quanto non sussisteva la SICUREZZA ADEGUATA, ritardando di un’altra settimana l’apertura che FINALMENTE ci sara’ DOMANI SABATO 12 FEBBRAIO 2022 alle 12. Una data che in molti si ricorderanno perche’ da DOMANI si torna alla NORMALITA’ con un PONTE largo DUE VOLTE il precedente e con OTTANTA centimetri in piu’ di ALTEZZA. Valeva la pena aspettare? Dipende a chi lo si andra’ a chiedere. Certamente coloro che hanno visto le loro abitazioni finire piu’ volte sott’acqua saranno felici anche di aver aspettato qualche mese e non dovranno accendere un CERO alla MADONNA ogni volta che il cielo si oscurera’ liberando quelle BOMBE d’acqua alle quali ci sta abituando un meteo IMPAZZITO dai cambiamenti climatici e con il quale dobbiamo tutti fare i conti. (pio dal cin- tutti diritti riservati- testo e foto.)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.