Il Veneto e la sua Cucina sbarcano in Giordania con Cristina Andreola (ristorante Credazzo – Farra di Soligo)

FOTO : Cortesia di Cristina Andreola- Testo di Pio Dal Cin – riproduzione vietata

Nell

Le donne giordane cucinano ricette Venete

TREVISO – La cucina veneta di qualità sbarca in Giordania. L’iniziativa di Aidos che lavora per i diritti, la dignità e la libertà di scelta di donne e ragazze nel mondo. Una prospettiva di genere per uno sviluppo sostenibile. La Federazione Italiana Cuochi con la presidente nazionale delle lady chef della federazione italiana cuochi Alessandra Baruzzi, e Cristina Andreola, coordinatrice “Lady chef” Area Nord e titolare dell’agriturismo “Al Credazzo” di Farra di Soligo, hanno accettato volentieri di recarsi in Giordania dove ogni giorno impartiscono lezioni di cucina italiana e veneta: “Si inizia alle 8.30 del mattino fino alle 13.30 – racconta entusiasta Cristina, 33 anni, formatasi all’istituto alberghiero Beltrame  di Vittorio Veneto e laureatasi a Udine in Scienze Alimentari – Le donne, tutte giordane sono di un’età tra i 20 e i 55 anni. Ad aiutarci con la lingua un’interprete.

Prepariamo piatti tipicamente veneti, ma usando ovviamente i prodotti locali. Le farine, la frutta e la verdura che compriamo al mercato locale hanno gusti e sapori diversi dai nostri e i piatti riescono in maniera assolutamente nuova e con gusti diversi ma ugualmente di alta qualità” mentre Alessandra si occupa delle ricette di pasticceria Alessandra Baruzzi prepara le pietanze salate: “Un’esperienza incredibile che mi rende felice – continua Alessandra – Sono contenta di poter essere utile a queste donne giordane che cercano di imparare a gestire in modo concreto la loro vita. Alla sera, dopo aver finito con la scuola ci invitano nelle loro case e ci fanno vedere quali sono i loro piatti tradizionali. Sono molto accoglienti e solidali, una popolazione povera ma coesa. Si aiutano tutti, i piu’ ricchi aiutano come possono i piu’ poveri”

Prepariamo piatti tipicamente veneti, ma usando ovviamente i prodotti locali. Le farine, la frutta e la verdura che compriamo al mercato locale hanno gusti e sapori diversi dai nostri e i piatti riescono in maniera assolutamente nuova e con gusti diversi ma ugualmente di alta qualità.

” Mentre Alessandra Baruzzi si occupa della pasticceria mentre Cristina della panificazione e pietanze salate “Un’esperienza incredibile che mi rende felice – continua Alessandra – Sono contenta di poter essere utile a queste donne giordane che cercano di imparare a gestire in modo concreto la loro vita. Alla sera, dopo aver finito con la scuola ci invitano nelle loro case e ci fanno vedere quali sono i loro piatti tradizionali. Sono molto accoglienti e solidali, una popolazione povera ma coesa. Si aiutano tutti, i piu’ ricchi aiutano come possono i piu’ poveri”

Alessandra e Cristina hanno avuto l’occasione di conoscere tutti i paesi limitrofi , scortate e accompagnate dalle stesse donne del corso che hanno fatto loro conoscere il meglio della loro storia e cultura.

“Non appena torno a Farra di Soligo al ristorante Credazzo, dove lavoro con la mia famiglia organizzerò una serata con piatti tipici giordani. Uno dei prodotti largamente usati nella loro cucina sono le foglie delle vite, e tra le nostre colline Unesco la vite non manca di sicuro ” conclude sorridendo Cristina   (pio dal cin – riproduzione vietata)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.