Amarcord- I Pink Floyd A Venezia. Festa del Redentore 15 luglio 1989 –

Questa era l’immagine di Piazza San Marco alle 9 del mattino di quel giorno del REDENTORE del 15 LUGLIO 1989. Oggi e’ la festa del REDENTORE e vorrei ricordare quello che successe quel giorno.

LA CONFERENZA STAMPA

Alla conferenza stampa erano presenti solo NICK MASON (batterista) e ROGER GILMOUR (Chitarra ). In seguito ho saputo che per ragioni di immagine non si presentavano mai tutti assieme. Oggi penso guardando queste foto che ho scattato quel giorno (foto copyright pio dal cin 2022) “Cavoli, ma era cosi’ vicino a Gilmour che avrei potuto stringergli la mano” A quei tempi pero’ il mio pensiero era concentrato nel fare bene le foto che oggi , FESTA DEL REDENTORE 2022 sono andato a ripescare dall’archivio.

LA PIAZZA

Alle 9.30 la piazza era gia’ trasformata in un enorme bivacco. Gli organizzatori avevano pensato di fare il concerto in concomitanza con la FESTA DEL REDENTORE, e cosi’ tra fans dei PINK FLOYD e fans dei fuochi piu’ spettacolari del VENETO, si arrivo’ alla modica cifra di 250.000 persone. Concerto indimenticabile e irripetibile. Gente dappertutto. Un MITO. Venezia non fu mai piu’ la stessa. La STORIA moderna della SERENISSIMA si divide in PRIMA e DOPO il concerto dei PINK FLOYD

LA ZATTERA PER IL PALCO

L’organizzazione aveva preparato per la stampa una zattera con tanto di cuochi a bordo che partendo da Piazza San Marco avrebbe dovuto posizionarsi davanti al palco dove si sarebbero esibiti i PINK FLOYD. Imbarco ore 19.30 . CON ANDREA PATTARO ci imbarcammo sulla zattera, felici delle foto che da li a qualche orasaremo riusciti a realizzare da quel punto di vista straordinario (davanti al PALCO! Wow, doppo Wow) . Sembrava incredibile. ANDREA ed io eravamo eccitati e pronti per l;a GRANDE SFIDA.

PIOGGIA e GRANDINATA DI OGGETTI

A poche decine di metri dalla partenza cominciarono a piovere oggetti di tutti i tipi su di noi della STAMPA ( e sui cuochi). Arance, bottiglie, pomodori limoni e verdure varie. Era il modo di coloro che erano parcheggiati con le loro barche in semicerchio di esprimere il loro dissenso per la nostra presenza che GIUSTAMENTE avrebbe oscurato la visuale a loro conle barche. DIETROFRONT della ZATTERA e svanito il sogno di una posizione idealissima. A quel punto ci separammo. ANDREA ando’ a cercarsi un posto ideale e io pure, seguendo strade diverse. Ci saremo trovati a casa sua dove avrei passato la notte.

IL GIORNO DOPO

Chiudete gli occhi e pensate di seguire una MANDRIA di cammelli nel DESERTO. Una puzza allucinante di escrementi vari inondava la piazza piu’ bella del mondo coperta LETTERAMENTE di rifiuti assortiti di ogni genere. LA MANDRIA dei FANS era sparita lasciando dietro di se uno spettacolo da PAURA. Non aggiungo altro. Vi lascio solo immaginare. Una giornata INDIMENTICABILMENTE STORICA comunque a prescindere da tutto. (pio dal cin)

COSI’ ERO ALLORA (Foto PAOLO GANT)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.