Codognè Cuore Veneto.Il libro diventa un dibattito a Conegliano il 16 Maggio


L’appuntamento per chi ama i dibattiti è Sabato 16 Maggio alle ore 19.30 nel foyer del Teatro Accademia di Conegliano Veneto in Piazza Cima. L’occasione per parlare di “Linguaggi antichi e Moderni nell’era di Internet” loa da il libro “Codognè Cuore Veneto” il paese della Mela Cotogna e dei codici QR scritto e pubblicato lo scorso 6 dicembre da Pio Dal Cin e Francesca Salvador. Il primo libro in Italia ad inserire contenuti multimediali quali video interviste e foto album attraverso l’uso dei codici QR (a colori). L’idea oltre che ad alleggerire il file del libro e renderne la pubblicazione più economica, accorciando di gran lunga il numero di pagine, seve a far dialogare le generazioni dell’analogico e dei documenti antichi, delle vecchie foto rimestate e ripescate dai cassetti impolverati,con i “nativi digitali” cioè i nostri figli e nipoti che sono nati già con l’Internet nel DNA.28487-samantha2bcristoforetti2bintervistaIl Codice QR che contiene l’intervista con Samantha Cristoforetti

Associando i due modi di dialogare, anche le generazioni lo fanno, scambiandosi preziose informazioni che li obbligano a  sedersi ad un tavolo e a discutere. In questo modo si salvano i valori antichi del buon senso e della saggezza dei nostri Avi di estrazione contadino- cristiana e si mettono a confronto con il Web 2.0 e le nuove tecniche di comunicazione che passano anche atttaverso l’uso di questi rivoluzionari codici QR che permettono di sintetizzare contenuti e informazioni spremendole in uno spazio ristretto e facilmente accessibile da un qualsiasi smartphone.

Perchè parlare di Codognè Cuore Veneto a Conegliano? Perchè l’autore è nato a Conegliano Veneto il 15 Ottobre del 1956 ed ha lavorato per lunghi anni come fotogiornalista per il Gazzettino. Qui ha studiato e passato i migliori anni della sua vita.P1050748La presentazione del libro “Codognè Cuore Veneto in Villa Toderini (www.villatoderini.com) lo scorso 6 dicembre

Francesca Salvador ha avuto uno zio come sindaco nella Città del Cima dal 1965 al 1970. Il puzzle si ricompone quindi dopo tanti anni ed è qui, grazie alla generosità del meraviglioso Giorgio Fabris che i due autori si confronteranno con il pubblico in un piacevole dibattito sull’uso dei linguaggi.  Siete invitati tutti a partecipare quindi Sabato 16 Maggio. L’ingresso è gratuito ma i posti sono limitati alla capienza del foyerP1050735La copertina del libro disponibile nelle migliori librerie della zona

Codognè Cuore Veneto presentato all’agriturismo Villa Toderini


Pio Dal Cin Un grazie con tutto il Codognè Cuore Veneto e anche il Cuore Italiano a tutto lo staff del’agriturismo www.villatoderini.com per aver organizzato una serata fantastica che tutti ricorderemo per il calore e l’amicizia che si respiravano. Un grazie a Luca Viviana Pier Giorgio Bonicelli e alle signore che hanno aiutato sia in cucina che per il delizioso rinfresco organizzato da Massimo Donà che con i meravigliosi dolci della sua pasticceria ha lasciato nei nostri cuori (e nelle nostre papille gustative) un dolcissimo ricordo della serata. Grazie a Roberto Bet e Lisa Tommasella per l’intervento breve e conciso e per la meravigliosa presentazione. Grazie a Francesca Salvador che mi ha aiutato a portare in porto questa barca sfidando acque a volte calme, altre tempestose. Grazie a Diego Bortolotto della la tribuna di Treviso unico presente della stampa locale assieme a Nadia inviato di Panorama. Grazie agli sponsor che fin dall’inizio hanno creduto in questo progetto innovativo che vuole coniugare la saggezza del passato con il futuro che attraverso questo libro diventa collaborazione e scambio tra vecchie e nuove generazioni, o per dirlo con le parole di Luca Bonicelli, ” il #filoduepuntozero . Grazie a Matteo Moras che ha fatto le riprese fotografiche ed i video che verranno subito girati ad Antennatre e rete veneta per la gioia degli occhi del loro audience. Grazie infine a tutti coloro che hanno partecipato alla serata arricchendola con la loro presenza tra i quali il “medico volante” Csaba Akos Gombos, la Maestra Costella, il Dottor Luigi Esposito, Stefano Dal Cin Clara Battistuzzi, Mario Prode, Adelfio Grando, la nipote del geometra Valerio, la signora Gardenal (moglie del grande sindaco Mario) Aldo Dall’acqua Renato Bergamo (grande sostenitore di questo progetto fin dall’inizio) Livio Aldo Pizzinat della Spaccio Occhiali Vision (grazie per la sponsorizzazione) e la MAEG costruzioni di Alfeo Ortolan che per primi mi hanno sostenuto e spronato a continuare in questo bellissimo cammino che ha portato alla realizzazione di un sogno assieme alla Banca della Marca e alla Cantina di Codognè Treviso Italy che ha fornito l’ottimo #Prosecco Grazie alle Grafiche De Bastiani per il supporto tecnico e la stampa dei libri. GRazie ad Antonio De Nardo per aver portato l’auto che fu di Papa Luciani. Grazie a Gaetano Rossi vero artigiano dell’auto che rappresenta al meglio il modo di fare imprenditoria in Veneto ed in Italia. Grazie per il ricordo di Caro don Mario Dall’Arche, e grazie alla Regione Veneto la Provincia ed il comune di Codognè Cuore Veneto per il patrocinio. Grazie infine a LUCA ZAIA presidente della regione per la presentazione del libro. Grazie a Nelly Pellin e Carlo Felice Dalla Pasqua che hanno promesso di essere presenti Sabato prossimo alla presentazione del libro presso la biblioteca comunale di Codognè Treviso Italy alle ore 17. Grazie a Mauro Corona – Official che da giorni cerco invano di contattare nel tentativo di invitarlo all’inaugurazione..verrà? non verrà? L’importante è che veniate voi, la gente di Codognè Treviso Italy del Codognè Cuore Veneto e tutte le famiglie che mi hanno aperto il cuore (ed i cassetti delle vecchie foto). Grazie a tutti veramente. Grazie infine ad Aurora, mia figlia, alla quale ho voluto dedicare questa mia breve ma intensa escursione nel mondo dell’editoria e grazie a mia moglie Francesca per l’importantissimo sostegno (dietro le quinte) Foto scattate gentilmente da Pierluca Bonicelli di www. villatoderini.com
#filoduepuntozeroP1050729P1050734 P1050735 P1050739 P1050740 P1050747 P1050748 P1050749 P1050750 P1050751 P1050753 P1050756 P1050757 P1050761P1050761P1050753P1050757

Codognè Cuore Veneto Il paese della mela cotogna e dei codici QR


#Codognè   #codognecuoreveneto   #libri   #veneto  #treviso   #codiciqr   #qrcodes
Siamo pronti per la serata di presentazione del primo libro in #Italia   ad inserire contenuti multimediali come#videointerviste   e #albumfotografico   attraverso l’uso dei #codiciqr  . Le prime duecento copie saranno disponibili in biblioteca quella sera. Sono curioso di vedere quante ne rimarranno.

Codognè Cuore Veneto il libro verrà presentato il 13 Dicembre alle 17:00


Codognè Cuore Veneto il libro verrà presentato il 13 Dicembre alle 17:00

Finalmente! Dopo due anni e mezzo è pronto il libro Codognè Cuore Veneto ( il paese della mela cotogna e dei codici QR. Il libro verrà presentato alla stampa il 6 dicembre 2014 e al pubblico il 13 dicembre, sabato, alle ore 17:00 presso i locali della Biblioteca Comunale. Se avete già pratica dei codici QR avrete già visto il breve video introduttivo qui sopra.
Se non sapete di che cosa sto parlando ma volete capirne qualcosa di più, cercherò di spiegarvi che cosa sono questi strani quadrati colorati che da qualche anno sono comparsi improvvisamente nella vita di chi si muove abbastanza con facilità nel Web 2.0.

Risponderò alle domande sui codici e sul libro quella sera; il 13 dicembre. Ci saranno anche le prime copie del libro a tiratura limitata per le prime due settimane. Non voglio anticipare altro per non rovnare la sorpresa. Vi aspetto dunque, amanti della fotografia, della scrittura, del web ma soprattutto della nostra cultura contadina che con la sua saggezza ha permesso a chi ci ha preceduto di superare mille difficoltà, due guerre, qualche terremoto e svariate calamità naturali. Il nostro Popolo Veneto; fiero e sostanzialmente contrario alle ingiustizie, riuscirà ancora  superare la crisi e le difficoltà di questo momento storico e a trasmettere alle generazioni future la speranza ed il buon senso, due ingredienti necessari ad insegnare ai nostri figli chi siamo, da dove veniamo e dove stiamo andando.

Questo, senza pretese è l’umile intento di questo libro che racconta attraverso le interviste, le foto, i documenti, il passato di un paese di campagna, il nostro. il passato ed il futuro si fondono raccontando una storia semplice, fatta di persone semplici ma determinate, di umili origini ma forti nelle difficoltà. Poi le sagre, le feste, i luoghi della memoria e della nostra infanzia, dove per telefonare dovevamo fermarci in una cabina e usare dei gettoni, dove le strade si potevano attraversare quasi senza guardare, perché le auto erano pochissime. Dove la TV era un elettrodomestico per poche persone, in bianco e nero e si guardava al bar o raccolti in casa di amici. Dove i bambini giocavano a pallone e a mosca cieca nei campetti di quartiere e non erano ipnotizzati da video giochi e da carte pokemon. Dove si poteva andare in casa dei vicini a chiedere un litro di latte o un chilo di farina perché il giorno dopo lo si restituiva magari assieme a due uova fresche per ringraziare del piacere.

Tutti gesti e memorie semplici che non dovrebbero essere dimenticate, e nel tentativo magari goffo ma appassionato degli autori, di tirar fuori dai cassetti delle famiglie vecchie foto e filmati, documenti e testimonianze di un tempo che sembra lontanissimo ma in verità non lo è. Questo in poche parole il senso del libro.

Vi aspetto.

pio