Giancarlo Giannini strepitoso a Conegliano


NOV
20

Grazie Giancarlo Giannini a Conegliano Veneto

Una grande pagina di teatro è stata scritta quasi in silenzio questa sera a Conegliano, al Teatro Accademia di Giorgio Fabris.

Quasi in silenzio perchè, in punta dei piedi il mostro sacro della recitazione, l’artista, il più bravo attore che l’Italia annovera tra le folte fila di coloro che amano questo mestiere, ha saputo regalare ad un teatro stracolmo di gente un esempio unico di come si reciti una poesia.

Coadiuvato da due musicisti il Maestro Giancarlo Giannini ha declamato Dante, Petrarca, Ungaretti, Pasolini, Prevert, Shakespeare, D’Annunzio, Neruda ,Lorca e molti altri con un pathos e una capacità espressiva che appartiene solo a pochi bravi attori.

Personalmente ho apprezzato moltissimo l’Amleto, recitato in maniera impeccabile. Giancarlo Giannini è apparso in ottima forma e ha veramente regalato al pubblico una di quelle serate indimenticabili che sono destinate a rimanere delle perle da riscoprire di tanto in tanto per gustare quello che è il vero, il genuino teatro di cui ognuno di noi ha bisogno.

Photo copyright °piodalcin 2016
 
 
 

Na picola frazion..co un cuor grando come na Montagna


   Recita 059  Parlando co na amiga al telefono stasera,  ghe ho dita che in te la me vita ghe no vist de tuti i colori: storie bele,brute,alte e basse, come in tele montagne russe dea vita.

Me ritegne un che no se emoziona fazilmente, no parchè mi sia mejo de qualcun altro, solche che co te ghe na vist de tuti i colori te fa pi fadiga, bisogna che sie calcossa de novo o de talmente grando….

Epure….epure quando che o vist i boce de l'asilo de Zimeta far la recita stasera, giuro che ere content de ver la telecamera che me scondea i oci parchè me son veramente emozionà.

Co le so canzon, le so poesie, i so vestitin fati far aposta dale maestre, i à fatt veramente un figuron!!

L' Asilo co la "A" maiuscola che nonostante le dificoltà passade e presenti al riesse ogni ano a sfornar emozion e robe nove, e al merito al ghe va sopratut a chi che ghe à credest de pi : LA ZENT DE ZIMETA.

Partendo da chea Santa Persona de Don Angelo (de nome e de fato). Un vero  Pastor che co la so semplicità e la so maniera docile e tranquilla l'à conquistà tuti, ma proprio tuti. Lo so che no ghe piase che se scrive de lu, ma l'è massa bravo a tegner insieme tuta la comunità e mi no posse far de manco de portarghe un immenso rispeto e amirazion par quel che l'à fatt e che el continua a far ogni dì par i so parochiani.

Dopo l'è tuta na miriade de ZENT che ghe vorià un mese par menzionarli tuti. Mame,maestre papà, zie, none,noni,veci zoveni, manco zoveni. Un esercito de volontari in prima linea par afrontar qualsiasi problema insieme, come una comunità  ligada e solidale, cole so diferenze ma sempre unida par al ben comune.

El Spirito che ò trovà a Zimeta no lo ò trovà da nessuna altra parte. Al par che el temp al se sia fermà e che le robe le vae avanti cusì da secoli e che le continuerà a andar avanti par sempre co la stessa serenità e voia de far le robe insieme.

Qualche ano fa ò mandà me fia all'asilo e lo so quant ben che i ghe à insegnà  tute le robe che ghe servia par afrontar la sfida dea scuola e dea vita.

Ho vu el modo de conosser zent che vee vist solche na volta ogni tant, e co zerti ò fatt anca amicizia.

Quel che me à sempre colpì però l'e statt sempre el Spirito de aggregazion e de voia de iutarse l'un co l'altro attorno a un bravo capelan e sote al stesso campanil.

Se scrive questo, scuseme, ma lo scrive solche parchè Zimeta la me à veramente lassà un segno positivo in te sti ani che l'ò frequentada.

Col dovu' rispeto de chi che no l'è degno de entrar in tea casa de un altro son veramente contento de averve conossù e ò vossù scriver ste do righe par esprimer al me sentimento forte, che l'è stat rinovà stasera quando che drio la me telecamera, filmando un grupo de asilotti me son sentì veramente commosso e fiero de esser in mezo a sta ZENT cussì brava e co un cuor grando come na montagna himalaiana (pio dal cin)Recita 003