Piave Servizi diventa S.p.A. Fotostoria di una giornata storica


“Porto i saluti dell’amministrazione Comunale al gotha delle istituzioni e delle aziende che oggi rappresentano questo patrimonio e bene comune che è l’acqua. Oggi plaudiamo a coloro che hanno reso questo miglioramento possibile; ai dirigenti e a tutto lo staff di Piave Servizi, ma anche ai sindaci e amministratori locali che hanno saputo trovare l’intesa giusta per portare avanti un’impresa non facile, una sfida che oggi dimostra di essere riuscita alla quale si aprono nuovi orizzonti” Ha esordito il consigliere ed ex sindaco di Codognè, Roberto Bet, in sostituzione del sindaco Lisa Tommasella chiamata altrove da impegni istituzionali

Roberto Bet ex sindaco di Codognè e consigliere comunale

Un’azienda che in tre anni passa da s.r.l a S.p.A. Sembra quasi la storia di qualche decennio fa, invece si tratta di una storia attuale; quella di Piave Servizi, nata nel 2003 e grazie alla gestione opinata dei suoi ideatori si è sviluppata nel giro di tre anni in una solida realtà imprenditoriale costituita da 39 comuni del Nordest. Partendo dalle montagne fino alla Laguna Veneta i primi cittadini, con lo spirito che caratterizzale Genti Venete, hanno trovato un accordo, non facile viste le differenze geografiche, politiche, e di idee. L’accordo accomuna i primi cittadini come fossero l’avanguardia di una prima linea difensiva. Da difendere sono gli interessi e la salute dei loro cittadini, la purezza dell’acqua che bevono, il contenimento dei prezzi di gestione e di erogazione. Gli utili della società che vengono re investiti e utilizzati per migliorare sempre questo “Modello Veneto” a cui oggi guardano tutte le regioni italiane che non hanno “fatto bene i compiti per casa” ma gestiscono come ha sottolineato il presidente Alessandro Bonet “Il servizio idrico come se fosse un “casoin”, il negozio di alimentari sotto casa, con gli altissimi rischi che derivano al cittadino, sia per la salute che per il portafogli” Il rischio che corre la neonata società per azioni Piave Servizi è solo quello di migliorare i suoi introiti e i suoi investimenti, forte di una sinergia che abbracciando i 39 Comuni che ne fanno parte, si allarga e si inserisce in un “contenitore” di qualità a livello italiano che si chiama VIVEREACQUA

Fabio Trolese- Presidente di Vivereacqua

Una società che accorpa a se quasi seicento Comuni e ,grazie a questa collaborazione, riesce ad affrontare degli investimenti e accedere a una linea di credito che sarebbe impossibile ottenere a livello privato”Come ha sottolineato il suo presidente Fabio Trolese.

Il presidente della Piave Servizi S.p.A Alessandro Bonet
l’assessore regionale Giampaolo Bottacin

L’assessore Regionale Giampaolo Bottacin ha sottolineato come del resto hanno fatto tutti i relatori della serata che :” Il merito di questa eccellenza deve andare soprattutto ai sindaci, che sostenuti a tutti i livelli dalla Regione Veneto e dal presidente Luca Zaia, hanno portato avanti una cordata che ha scalato i più alti livelli in termini di organizzazione ed efficienza che sono diventati un vero e proprio modello esportabile del quale tutte le regioni ci chiedono la formula”.

In conclusione è intervenuto il direttore generale di UTILITALIA che ha illustrato lo stato di salute delle aziende italiane che si occupano di acqua, dove non può non risaltare l’enorme differenza che la gestione nel Nordest determina in consumi e percentuali sia di efficienza che di prezzi. Il Sud e le Isole hanno bisogno di integrare e rivedere il modo operativo avvalendosi di questi modelli di eccellenza che come la PIAVE SERVIZI e VIVEREACQUA possono rappresentare.

Giordano Colarullo- Direttore Generale Utilitalia

E’ una piccola grande vittoria, non solo per tutti coloro che hanno partecipato a questo successo che oggi con il cambio societario si colloca in una fascia di mercato che può solo portare nuove e grandi soddisfazioni, ma anche per tutto il Veneto e la sua gente, che in questa società è rappresentato dai sindaci, portavoce della cittadinanza, facendone una cosa “loro”, come da sempre, con la tenacia imprenditoriale che ha fatto della regione più visitata d’Italia il fulcro trainante dell’economia italiana, ma che solo con l’Autonomia riuscirà veramente ad esprimere la sua vera grande, forte e altisonante voce, che questa sera abbiamo avuto il modo di vedere e toccare con mano qui alla PIAVE SERVIZI S.p.A. (pio dal cin- tutti i diritti riservati- testo e foto)