Juventus Club Negrisia-Cena solidale con la telefonata di Alex Del Piero-Zambrotta-Schillaci-Amoruso presenti in sala


NEGRISIA Serata all’insegna della solidarietà con lo Juventus club di Negrisia. Sabato scorso si sono ritrovati in duecentottanta attorno ai loro beniamini giunti apposta per sostenere la raccolta fondi che come ogni anno da undici anni a questa parte il club dei bianconeri organizza a beneficio dell’AIL. Nicola Amoruso,Gianluca Zambrotta, Toto’ Schillaci erano gli ospiti d’onore assieme all’immancabile signora Bruna, mamma di Alex Del Piero che ha regalato ai tifosi un saluto in diretta telefonica del numero dieci più amato dai veneti e dai sostenitori della Juventus. Oltre al direttivo del club fondato nel 2009 da un gruppo di tifosi , che oggi conta quasi 500 iscritti, erano presenti il sindaco Paola Roma e il dottor Filippo Gherlinzoni, primario e fondatore del reparto di ematologia al Ca’ Foncello di Treviso, al quale è stato donato un assegno di 2000 euro raccolti tra i presenti alla serata. Fondi che, come ogni anno verranno destinati al miglioramento delle strutture di accoglienza, alla preparazione di professionisti e a tutte le esigenze di un’associazione che tanto ha fatto per la lotta contro i mielomi e la leucemia ” Se oggi l’allenatore del Bologna calcio Sinisa Mihajlovic., che ha detto apertamente di essere affetto da leucemia,potrà salvarsi sarà grazie alla donazione del midollo spinale- Ha detto il professor Gherlinzoni, sottolineando l’importanza di stimolare i giovani a diventare i donatori:” Basta essere tra i 18 e i 35 anni, pesare più di 50 kg. ed essere in buona condizione fisica, recarsi a uno dei centri trasfusionali con i tre requisiti del donatore; la gratuità, la volontarietà e l’anonimato. In Italia oggi i donatori di midollo sono circa 400.000 e in Veneto circa 10.000- Ha continuato il dottore che ha annunciato un convegno nazionale e internazionale sull’ematologia da tenersi l’anno prossimo in occasione del ventesimo anniversario del reparto da lui stesso fondato. “Donate il midollo. E’ un’operazione che non comporta nessun rischio ma che può salvare una vita- ha concluso, ringraziando il direttivo per l’assegno consegnatoli dal presidente dello Juventus Club Negrisia ,Maurizio Roma, fratello del sindaco di Ponte di Piave Paola, e il vice presidente Andrea De Stefani.. La cigliegina sulla torta e’ stata la telefonata in diretta con Alex Del Piero al quale il presidente del club ha strappato la promessa di una partita solidale quando il numero dieci ritornerà in veneto: ” Non vengo molto spesso ma quando verrò ne parleremo- ha detto il fuoriclasse. Alla domanda se gli piacerebbe tornare alla Juventus come allenatore o dirigente Del Piero ha risposto scherzando:”Perché come giocatore no?” Suscitando l’ilarità dei presenti e un caloroso applauso. Alla fine della serata la consueta lotteria con molti premi, tra i quali le magliette firmate di CR7 , un pallone e un betterrito con l’autografo di Alex Del Piero, la maglietta firmata di Buffon, Zambrotta e altri premi tra cui spiccava il primo premio, un diamante del valore di 650 euro, offerto dalla gioielleria Bonacin, alla quale è stato consegnato il premio fedeltà 2020. (pio dal cin)

LA TELEFONATA IN DIRETTA CON ALEX DEL PIERO

Codognè alle urne tra poco.Chi voteremo?


Roberto Bet all'arrivo della corsa contro la crisi(by pio dal cin)

 

Cinque anni sono passati in fretta

Ci siamo, di nuovo, capperonzoli sono già passati cinque anni? Ricordo con piacere quel periodo di campagna elettorale che portò alla vittoria dell’attuale sindaco Roberto Bet. Erano altri tempi.

 

Cos’è cambiato e cos’è rimasto uguale?

Quante cose sono cambiate in cinque anni. La crisi morde ancora, i politici ed i politicanti sono diventati sempre meno credibili e si sono divisi l’elettorato in tre parti uguali (più o meno). Grillo sbraita, Renzi dice di fare,Alfano sottoscrive e Berlusconi sta andando ai servizi sociali o agli arrresti domiciliari.Brunetta fa dichiarazioni di guerra e viene smentito dal Cavaliere
 

Facce  Toste

Formigoni appare in tutte le trasmissioni televisive ostentando una faccia tosta e non solo; riesce a distribuire consigli e frecciate ai suoi compagni di partito ed ai suoi opponenti quasi fosse il nuovo “Messia della politica“. E’ di oggi la notizia del sequestro di 40 milioni di Euro di valore immobiliare che lui naturalmente, continua a negare

I Veneti vogliono più autonomia

Il Veneto vota il plebiscito. Vengono arrestati dei Veneti con un trattore armato di cosa non si sa, mentre chi ruba e ha rubato è comodamente seduto in poltrone inattaccabili in parlamento

Vogliamo il referendum ma sappiamo che non ci lasceranno mai essere indipendenti. Qual’è il contadino che lascerebbe andare la sua “mucchetta” più fedele nel fornire abbondanti quantità di latte fresco e appena munto e di ottima qualità? 

Come voteranno i Codognesi?

 

Le elezioni di un Comune sono molto legate alla persona ed alla squadra che è stata scelta per governare. Poco centrano con i giochi subdoli e strani i un Palazzo che sembra sempre più lontano dalle esigenze della gente comune e semplice (mi riferisco ovviamente al Palazzo di Roma, non a quello di Codognè).

Se dai frutti dovremo riconoscere se l’albero è buono, non servono altre promesse elettorali. Se la gestione di Roberto Bet è stata buona lo si capisce facendo un breve rewind degli ultimi cinque anni, tenendo vicino il foglietto  su cui erano scritte le promesse fatte in campagna elettorale.

La domanda è semplice e lascia spazio solo ad una piccola riflessione dettata dal buon senso: Il sindaco e la sua squadra hanno saputo governare bene il paese oppure hanno dimostrato incompetenza e menefreghismo verso i problemi e le opere da realizzare?

Ognuno si dia la risposta. La mia me la sono già data. Cinque anni dopo non appartengo a nessun gruppo politico e non ho nessuna tessera in tasca. Baserò il mio voto su quanto ho scritto sopra.

 

Dis-Unione Europea

Non voterò invece per le Europee. Non credo all’Europa Unita, mi spiace. Facciamo fatica ad andar daccordo tra Paesi della stessa provincia, tra province della stessa Regione, tra Regioni dello stesso Stato e vogliamo mettere insieme la Finlandia con la Francia, la Norvegia  con la Turchia (prossimo candidato all’entrata in Europa) la Danimarca con la Spagna?  Non abbiamo una politica estera, una legge che tuteli l’immigrazione e la regoli in modo da non far pesare tutto su un solo Paese. L’unica unione in Europa è quella monetaria e dello strapotere delle banche più forti (Germania) Abbiamo bisogno di un’Europa che ci dia le direttive su come vogliamo spendere i nostri soldi? O come dobbiamo cucinare le nostre Pizze con forno a legna o elettrico?

Votiamo chi conosciamo

 

>Foto dal Paese

Nessuno ha formule magiche per uscire dalla crisi e le promesse se non si possono mantenere è meglio non farle. La nostra gente è tutto fuor che stupida e saprà fare la scelta giusta.In Paese abbiamo l’opportunità (e non è poco) di dare la fiducia con il nostro voto a volti conosciuti, a gente che possiamo andare a trovare in municipio se abbiamo bisogno di parlare e discutere di qualche problema.

Non resta che continuare sulla strada iniziata, sperando che diventi meno ripida, meno tortuosa, soprattutto per le persone più deboli,per i giovani che cercano un esempio ed un pizzico di fiducia nel futuro che avevamo promesso essere più bello;

per i nuovi poveri,i disoccupati, gli esodati,i cassaintegrati e tutti coloro che hanno perduto o rischiano di perdere il lavoro travolti da una crisi che sta mettendo alla prova tutti.

Nel nuovo modo di far politica le promesse poco contano; siamo ai ferri corti, il FARE è di gran lunga superiore al “Prometto di…” al quale ormai non crede più nessuno.

>-Fotostoria- Video -Campocervaro Cimetta Codognè Corsa Podistica 2009 -

 

 

 

 

 

 

 

Enhanced by Zemanta

Luca Zaia likely to be Veneto’s new President (62% poll shows)


This Article is in Italian and shows the consensus that the young Minister is getting among his people as he runs for President of the Veneto’s Region in Northern Italy

https://piodalcin.wordpress.com/2010/01/13/major-earthquake-rattles-haiti/